Eventi e festivit Gualdesi

15 gennaio: Beato Angelo
la festa del compatrono della citt, al quale la cittadinanza gualdese particolarmente devota.    La leggenda narra che nella notte del 15 gennaio 1324, mentre le campane dell’abbazia di San Benedetto suonavano da sole, il Beato Angelo venne trovato morto e, mentre la salma del Beato  passava lungo la strada che dall’eremo porta alla cattedrale, le siepi di biancospino ed i campi di lino fiorirono miracolosamente.

eventi


Marzo - Aprile: storica Processione del Venerd Santo
Questa manifestazione rievoca la passione di Ges, secondo l’antica tradizione, tramandata a noi dalla Confraternita di Santa Maria dei Raccomandati. Accompagnata dal suono della "battistrangola", un antico strumento musicale, suonato da un gruppo di incappucciati, la processione prende il via dalla Chiesa di San Francesco, dove custodito il simulacro del Cristo Morto,  sfilando lungo le suggestive vie del centro storico, illuminate solo da fiaccole, con un corteo di oltre duecento personaggi, suddivisi  nelle varie stazioni che compongono la via Crucis.

eventi


30 aprile: Festa del Maggio San Pellegrino
Da oltre mille anni il 30 aprile di ogni anno, gli abitanti di questo piccolo paese, in ricordo del pellegrino morto nel 1004 e del suo bastone miracolosamente fiorito, dopo aver abbattuto e trasportato in piazza il pioppo pi grande della zona, lo issano tramite funi e scale. Questo antico rito, a cavallo tra tradizioni sacre e pagane, simboleggia il ritorno della primavera e la rinascita della  natura.

eventi


Maggio - giugno: Ascensione
In occasione della solennit dell’Ascensione, i cittadini gualdesi si recano in pellegrinaggio presso l’antica chiesa della Santissima Trinit sul monte Serrasanta. Un’antichissima processione che accanto agli austeri simboli religiosi, associa i pi folcloristici aspetti dell’unione conviviale.

eventi


23 giugno: Notte del Fuoco e Guazza di San Giovanni Grello
  una rievocazione, in costumi duecenteschi, dell’antica e caratteristica corsa delle "jncije" (ceri accesi). Delle rudimentali "tregge", sormontate da  legna e paglia incendiate, vengono trainate lungo le vie del paese: questo aspetto  si collega ad antichi riti propiziatori e di fede propri del cristianesimo, come anche la stessa  "Guazza di San Giovanni", un insieme di erbe aromatiche e petali di fiori che vengono distribuiti unitamente al "panetto di San Giovanni".

eventi


Prima domenica di agosto : Corsa della botte Rigali
La manifestazione, tipico prodotto della cultura contadina,  risalente ai primi anni dell 800,  consiste nel percorrere, nel minor tempo, un tratto di strada di circa 400 metri spingendo una grossa botte di legno di rovere massiccio della capienza di sei quintali.

eventi


Ultimo fine settimana di settembre : Giochi de le Porte 
Rappresentano la manifestazione pi importante della citt che, in quei tre giorni, ritorna completamente indietro nei secoli, ricostruendo gli antichi splendori del 400. Il Palio di San Michele Arcangelo viene disputato nella piazza principale dalle quattro porte in cui divisa la citt, identificate da altrettanti santi (Benedetto, Donato, Facondino, Martino). La festa ha inizio il venerd con l’apertura della quattro taverne.  Ogni Porta, proveniente dai propri quartieri e accompagnata da un piccolo corteo di vivandieri, offre,  in segno di amicizia, i frutti della terra. La sera del sabato, un incessante rullo di tamburi annuncia l’ingresso nella piazza principale dei quattro cortei storici, che rievocano tematiche tipiche quattrocentesche. Nel pomeriggio della domenica, dopo lo svolgimento del corteo storico, hanno inizio i giochi veri e propri: tiro con l’arco, tiro con la fionda e  due corse di somari, a carretto e a "pelo" (senza sella), a conclusione dei quali si avr il vincitore del Palio che avr l’onore di bruciare la Bastola, storica nemica di Gualdo.
www.giochideleporte.it

eventi


24-25-26 dicembre : Presepe Vivente Roveto
Il Presepe Vivente di Roveto non come tutti gli altri, ma c’ qualcosa che lo distingue da tutte le altre manifestazioni legate al Natale: gli organizzatori hanno scelto di rappresentare accanto alla "classica" nativit, la vita contadina della realt locale. L’atmosfera che si respira non quella dell’antica Betlemme, bens quella che si respirava nel mondo rurale dei primi anni del 900.

eventi